Come si usa Asus FonePad?

Come si usa ASUS Fonepad? ASUS è uscita con il suo FonePad, un mix tra uno smart ed un tablet che, per certi versi, richiama il GalaxyTab di Samsung, con il quale si possono mandare sms e telefonare.

come si usa asus fonepadPrima di andare a vedere come si usa Asus FonePad, scopriamo le caratteristiche tecniche di questo device. A livello tecnico quello che risalta del FonePad di Asus, è il fatto che sia dotato di un processore Intel (Atom Single core da 1.2) che insieme ad un display di 7 pollici, una memoria da 16 GB, wi-fi e bluetooth, fotocamera da 3 megapixel e una videocamera 1.2 megapixel sul fronte e un GB di RAM, lo rendono indubbiamente interessante.
Il FonePad ricorda il design del Nexus7 con uno chassis in alluminio, un coperchietto sopra la telecamera, una protezione per lo slot dove è alloggiata la SIM, la scheda microSD (necessaria per aumentarne la memoria) le antenne, il bluetooth ed il wi-fi.
Il FonePad gode di uno schermo: 7” IPS con risoluzione di 1.280 x 800 e 216 ppi di definizione che rendono la luminosità davvero buona accompagnata anche dalla resa cromatica.

Asus ha inserito un’app (Asus Splendid) che permette di intervenire su saturazione, tinta e temperatura colore e questo rende possibile adattare la visione in base alle proprie esigenze. Alla prova dei fatti, FonePad risulta fluido quando si naviga in rete o si controlla la posta o si chatta, segno evidente che il processo risulta ideale anche se va tenuto conto che più applicazioni sono aperte e più si rischia di vedere rallentati i vari processi. Più che buona la riproduzione video ma va scelto con cura il player da utilizzare.
Il consumo di energia è davvero modesto: la sua batteria al litio fa arrivare a 10 le ore di utilizzo pieno. Altra novità è rappresentata dal cambio della tastiera dotata di tasti ottimamente spaziati. Per quanto riguarda le applicazioni, oltre a quelle normalmente prevaricate su ogni tablet, Asus offre una barra notifiche con quick setting, il dizionario istantaneo, le quick app, che fanno aprire una serie di widget, sulle quali scegliere anche grazie alla politica della casa costruttrice, sempre attiva sotto il profilo degli aggiornamenti.

Per quanto riguarda la ricezione, il FonePad è più che normale e non si segnalano, a parte la dimensione, problemi di alcun tipo mentre la nota negativa è data dalla bassa risoluzione della fotocamera che offre risultati al di sotto della media anche su foto scattate all’aperto. Va considerato il fatto che è sempre un tablet e che questo non può in alcun caso sostituire ne un buono smart e tantomeno una digitale. Resta il vantaggio di avere diversi prodotti in uno ad un costo realmente accessibile.

Adesso entriamo nello specifico e vediamo come si usa ASUS Fonepad:
Come si usa ASUS PadFone per la navigazione: è estremamente semplice. Sullo schermo iniziale ci sono tre icone: la prima (una freccia) riporta la navigazione alla precedente applicazione, la seconda (una casa) conduce alla Home Screen e la terza (due quadrati sovrapposti) aprono tutte le applicazioni recentemente utilizzate. Essendo touchscreen, ogni comando viene azionato dalla semplice pressione del dito sopra al logo corrispondente.
Come si usa ASUS PadFone per telefonare: i comandi sono due e rappresentati dalla classica cornetta verde per chiamare e rossa per chiudere la conversazione come in ogni cellulare. Una volta inserita la SIM, si possono importare i contatti memorizzati sulla stessa semplicemente digitando il comando ‘people app’ rappresentato da un logo celeste con una sagoma stilizzata.
Ecco visto come si usa Asus FonePad